sabato 18 ottobre 2008

Pio XII ed i Nazisti - finalmente chiarezza


Per chi avesse ancora qualche dubbio, anche dopo aver visto il film "Amen" ecco finalmente i dossier dei servizi segreti inglesi (visto che il Vaticano, bontà sua li tiene ben nascosti).
Il Papa Pio XII e la Chiesa nel 43-44 nulla fecero contro i nazisti, anzi...
Durante le retate degli ebrei a Roma (le famose stragi alle Ardeatine), il Papa pensò bene di dichiarare:
Il Papa si augura - afferma il rapporto fatto avere ai servizi americani da Fritz Kolpe, la più importante 'talpa' che gli Usa avevano all' interno del ministero degli Esteri tedesco - che i nazisti mantengano le posizioni militari sul fronte russo e spera che la pace arrivi il prima possibile. In caso contrario, il comunismo sarà l'unico vincitore in grado di emergere dalla devastazione bellica. Egli sogna l'unione delle antiche Nazioni civilizzate dell'Occidente per isolare il bolscevismo ad Oriente. Così come fece Papa Innocenzo XI, che unificò il continente (l'Europa) contro i musulmani e liberò Budapest e Vienna".
Qualcuno vuole ancora commentare qualcosa?

GIulio Regeni? Amen...