domenica 25 aprile 2010

25 Aprile - una precisazione

Ancora inutili polemiche sul significato del 25 Aprile.
Per alcuni i partigiani erano banditi, per altri la RSI é da onorare, per altri i partigiani tutti comunisti, per altri ancora tutti santi.
Come in tutte le guerre civili (questa é stata per me) i confini tra lecito ed illecito si confondono.
Atti ed azioni di singoli divengono motivo per mitizzare, smitizzare, denigrare, sconfessare.
La realtà fu molto ma molto più semplice nella sua complessità: Uno Stato ed un Popolo che avevano fortemente voluto il Fascismo per allontanare il rischio di finire sotto le grinfie comuniste del primo dopoguerra, si divise in due parti.
Una voleva onorare un debito d'alleanza con gli alleati Nazisti.
Una si voleva liberare di Mussolini ed Hitler.
In mezzo gli americani che sbarcando in Sicilia fecero cadere il Governo Fascista (per sua stessa mano).
Senza gli Americani l'Italia non sarebbe stata liberata.
Quindi i partigiani (salvo andare a rimorchio degli americani e salvo i tentativi di Alba e dell'Ossola) non liberarono nulla.
Fecero altro. Molto di più. Restituirono dignità agli occhi di Americani ed Inglesi di ciò che era realmente il popolo italiano. Questo non si può e non si deve negare. Il resto, chiacchiere inutili.

venerdì 23 aprile 2010

mercoledì 21 aprile 2010

Forza Gianfranco !

Il compito che Gianfranco Fini si é prefissato é senza dubbio improbo.
Rendere Forza Italia, un partito "normale".
Un partito ovvero, ove esista il dissenso, le correnti, i no, i documenti pro e contro, in buona sostanza ove si faccia POLITICA.
Per questo, in un paese come il nostro ed in un partito come Forza Italia, la sua é una battaglia persa.
Per questo motivo tifo per lui. Perché dimostra come la ragione debba prevalere anche di fronte all'ovvio. Di fronte all'impossibile.
Gianfranco Fini non é quello anormale, come vorrebbe farci credere il sig. B. E' quello normalissimo! Merita rispetto e solidarietà e non disprezzo.

martedì 13 aprile 2010

Gladiatori - il libro

Leggendo "Gladiatori" di Antonio Franchini, mi é capitato un passaggio che mi ha colpito:
"Dovevamo uscire fuori da quel palazzetto avendo gustato il sapore controverso e aspro della realtà e invece ne sortivamo delusi e ghignanti, avendo visto della realtà il volto di sempre, quell'eterno, ben noto miscuglio di affannoso, sbilenco, malfatto, che rende la vita così piena di possibilità in potenza e così povera di esperienze appaganti nei fatti, a meno di non voler puntare tutto sul tempo che serve a spremere da ogni irredimibile schifezza la sua minima goccia di senso".
Parole sagge...

sabato 3 aprile 2010

La Chiesa Bugiarda

Ancora una volta, la Chiesa, di fronte allo scandalo Pedofilia preferisce tapparsi naso, bocca e altro...
Bell'esempio di onestà, di trasparenza, di umiltà, di pietà.
Bello schifo!
A questa Chiesa dico "Vergogna" !
A questo Papa, chiedo onestà !
E' in gioco l'esistenza stessa di quella Chiesa, che strepita contro la morte voluta per disperazione e contro la pillola ed i contraccettivi ma si guarda bene dal tutelare i più indifesi:
i bambini e le bambine che vengono a lei affidati.

Lily la tigre