venerdì 24 ottobre 2008

il Diei a San Domenico

il Diei, era (e credo sia ancora) una discoteca di San Domenico.
il sabato sera, regolarmente, tutti gli abitanti maschi del mio paese, vi si recavano.
Si ballava, si beveva, si beveva, si beveva, ci si malmenava con tutti quelli che capitavano a tiro dopo una certa ora, si fumava ecc. ecc.
Tutte cose normalissime per un posto simile e per un simile popolo.
Donne poche, tutte accompagnate, ad esclusione di qualche milanesotta che per sbaglio (tanto per vedere la fauna locale) ci capitava, salvo fuggirsene a gambe levate...
Nessuna pareva preoccuparsi, ci si divertiva lo stesso, Anzi!
Rimangono autentiche chicche, il trenino al ritmo degli AC/DC, il buttafuori, un sardo alto 1,50 del peso di 150 kg. che appena vedeva una zuffa si avvicinava con fare spavaldo ed esclamava "Pirrretti, o resti qui o te ne vai!!" (per lui erano tutti Piretti di cognome e la minaccia che lanciava non serviva proprio a nulla).
Insomma un bel posticino. Fortunatamente l'età porta rimedio, e se escludiamo i morti per cirrosi epatica, incidenti stradali e droga, i rimasti ricordano con piacere i bei tempi andati (o se ne vergognano, dipende dai punti di vista).

HhhH