giovedì 2 ottobre 2008

L'Europa contesa

Può apparire incredibile ma, nemmeno la civilissima Europa, l'Unione Europea che tutti conosciamo, é esente da contese territoriali.
Una per tutte: il riconoscimento della cima del Monte Bianco tra Francia ed Italia (dall'antico sapore di rivalsa culturale o di primato da guinnes).
Ma non finisce qui, Gibilterra, Piran, Ferdinandea, Nord Cipro, il nagorno Karabak, la ex Jugoslavia, la Crimea, le dispute tra Russia e paesi Baltici.
Se qualcuno sperava, che finissero con l'avvio del nuovo millennio, si rassegni.
L'attuale penuria di risorse energetiche, oltre che dell'acqua, porterà le dispute territoriali ad aumentare, ammantate di retorica e falsi storicismi, nazionalismi e quant'altro.
Speriamo nella vittoria della ragione dei nostri governanti.

Fonte: il sole 24 Ore - 29.09.2008 - Paolo Migliavacca

Referendum? no, grazie.