sabato 10 settembre 2016

Balene Bianche

Partiamo dai commenti:
"Balene bianche è il poliziesco dell'anno: torvo, grintoso e impossibile da abbandonare... Ho cominciato a leggere che ero affascinato; ho finito che ero profondamente commosso". Stephen King.
"Come un treno inarrestabile che attraversa una galleria, Price riesce a dare alla storia una dinamica feroce. Quella che fa sì che mettere da parte questo libro per dormire o mangiare diventi molto difficile..." Michael Connelly.
"Questo romanzo ha tutto ciò che rende meravigliosi i lavori di Price: l'umorismo nero, la complessa unione di trama e personaggi, la profonda documentazione sul mondo di strada, la moralità impeccabile e un dialogo eccezionale" Michael Chabon
"Nessuno ai nostri giorni scrive con più energia e verve di Price" The New York Times
La verità? io questo romanzo non l'ho proprio capito. Grande confusione, trame che si sovrappongono senza logica, personaggi che cambiano nome, una storia francamente raffazzonata, un protagonista frastornato dai troppi turni di notte e una città si violenta ma che non riesce a fare da sfondo... cioè non appare in alcun modo. Potrebbe essere ovunque e sarebbe uguale.
Duole bocciare un romanzo, del genere poliziesco, che in genere amo. Purtroppo questo è il caso. Tentato più volte di abbandonarlo. Mi sono sforzato di arrivare in fondo. Posta la parola FINE mi dispiaccio del tempo sottratto ad altre letture... capita!

Omicidio all'italiana