sabato 4 giugno 2016

Cassius Clay / Muhammad Ali

Se non sapete chi è Cassius Clay alias Muhammad Ali, non sapete cosa sia il pugilato.
E prima ancora di vederlo in azione, in uno dei molti video su youtube VEDI suggerisco di leggervi il bellissimo libro di Norman Mailer "La Sfida".  Ne parlo QUI.  Quello fu l'incontro in cui, con una eccezionale capacità tattica, una forza senza eguali e una incredibile determinazione, sconfisse George Foreman detentore del titolo mondiale.
Ma prima di tutto Cassius Clay è stato campione per le sue azioni fuori dal ring. Per il suo impegno contro il razzismo nel suo Paese, gli Stati Uniti, per la sua ribellione alla Guerra, che gli costarono una condanna a 5 anni ci carcere per non essere andato in Vietnam, oltre al titolo dei pesi massimi.
Titolo ripreso appunto con quella incredibile sfida. Un uomo tutto d'un pezzo Ali.
Celebre tra le altre la sua frase "Non ho mai litigato con questi Vietcong. Non mi hanno mai chiamato negro. I veri nemici della mia gente sono qui"...
Ora, a 74 anni e da tempo malato di Parkinson, se ne è andato.
E' morto il più grande campione di pugilato di tutti i tempi? Forse si. Certamente è morto un grande uomo libero.

Omicidio all'italiana