giovedì 11 agosto 2016

PA Digitale? Ma per piacere...

Il 12 Agosto doveva essere il giorno del giudizio. La Pubblica Amministrazione passava al digitale.
Strombazzata ai quattro venti, come il giorno epocale, in cui tutti i rapporti con il cittadino sarebbe diventati digitali.
Si vaticinava di firma digitale, posta certificata, atti totalmente trasparenti, pagamenti on - line, basta code, basta file, basta fatica.
Guai seri ai dirigenti che si fossero opposti alla rivoluzione. Certo non il taglio della testa magari no, ma quello dello stipendio senz'altro. La nuova PA, tutto più veloce, più facile, più bello...
Il 12 Agosto "doveva" essere il giorno del cambiamento.
E invece no. Perché qualche buontempone si è accorto che, il 12 di Agosto è il 12 di Agosto!!!
Cioè nel mezzo delle ferie di tutta la Pubblica Amministrazione... oltre che del Governo, della Corte dei Conti, dell'ANAC, dell'ANAS, dei Vigili del Fuoco, delle Province (che però non ci sono più quindi non dobbiamo nominarle... altro cinema) e quindi come si rimedia ?
Ma con una bella proroga! Alla faccia di chi si è fatto un mazzo per essere in regola nei tempi fissati.
E alla faccia della PA che ci fa la solita figura di cioccolato. Ma io dico, quel somaro che ha scritto la legge e quegli altri bovini che lo attorniavano, non hanno un calendario? Non sanno come funzionano le italiche cose? Altri sei mesi, per non fare nulla... e per arrivare a Natale e scoprire che la scadenza è il 25 Dicembre... e checcazzo!!! Mica che in mezzo allo scartamento dei regali, mi devo pure preoccupare di questa menata??? E allora vai con la proroga... A Pasqua magari, o il 25 Aprile... Ma andate a lavorare.... 

i Templari