sabato 20 agosto 2016

Monte Giove

 
Insieme al Terrarossa (di cui parlerò prossimamente), il Monte Giove era un desiderata di quest'anno. Contavo sulle vacanze estive per salirlo cogliendo magari una bella giornata. Così è stato.
Salito con la seggiovia del Sagersboden sino ai 1772 metri ove ha inizio il sentiero (oggi strada per la felicità degli escursionisti...) che porta al rifugio Myriam e poi al Margaroli, ove incontriamo il Lago del Vannino.
 
il sentiero per il Giove segue la sponda del lago e poi si inerpica sino al Passo del Busin... dove si apre un fantastico panorama sull'omonimo lago e sulla valle Antigorio.
 Il Vannino con a sinistra l'Arbola.
 Il lago del Busin - inferiore... gli altri si trovano sulla destra verso il passo o Bocchetta della Valle - che conduce al Devero.
 
Da qui il panorama cambia completamente, iniziano le pietraie d'alta quota e i segni del ghiaccio si possono leggere sulle rocce levigate e sui sassi trasformati e sbriciolati.
 
Finalmente la cima... Pochi segni umani, una punta, una croce, il libro di vetta... E poi la visione dell'intorno... la grandezza del cielo e dei panorami fatti di roccia e verde.


i Templari