venerdì 5 agosto 2016

Jeepers Creepers 2

Quando il cinema ci chiede di accantonare le nostre convinzioni per trascinarci altrove, noi lo dobbiamo fare, in totale buona fede. Solo alla fine sarà possibile decidere se l'abbandono delle certezze fisiche del nostro piccolo mondo è stato ricompensato da quella che si dice una "buona visione". A volte va bene. Altre meno.
Nel caso in oggetto, al netto delle nostre convinzioni, direi che questo film se la cava egregiamente.
La trama: un ragazzo in un campo di grano sta sistemando degli spaventapasseri. Uno di questi prende vita e lo porta via uccidendolo. il padre ed il fratello lo cercano inutilmente ma capiscono di avere a che fare con qualcosa di innaturale e passano al contrattacco. Preparano così un jeep con annesso arpione (modello Moby Dick) e superato lo shock partono alla ricerca del mostro.
Mostro che nel frattempo ha fatto danni ovunque ma in particolare si sta accanendo contro uno scuolabus che trasporta ragazzi e ragazze di ritorno da una partita di basket.
Quella a cui assistiamo è una strana visualizzazione del mostro: si fa vedere da vicino, si strofina, fa l'occhiolino, fa il segno della pistola... insomma i rimandi sessuali ci sono tutti e ben si accompagnano con la morte, con la creatura alata, con la paura... e con il riesplodere degli istinti più bassi da parte dei ragazzi vittime di questo orrore.
Victor Salva, forte del successo del precedente episodio, firma un divertente film ove la cultura americana sguazza nel simbolismo dei bollori giovanili... campo di grano, giovani muscolosi ed esuberanti, scuolabus giallo, razzismo latente, capitan Achab armato di arpione, non manca nulla... e anche se magari la paura a tratti latita, ci si diverte parecchio.

La città nella storia