domenica 12 maggio 2013

Per chi suona la campana


Romanzo del 1940. Ripercorre in tre giorni la storia di Robert Jordan, americano prestato alla causa della Repubblica, contro i fascisti di Franco.
In una missione dietro le linee nemiche, con l'intento di distruggere un ponte scoprirà che non tutto é come appare e che non é facile restare neutri rispetto al dolore, alla morte  ed all'amore che vi si oppone.
L'incontro con la banda di Pablo e con Maria, la scoperta dell'amore, del tradimento, della paura, tutto lo porterà a prendere la sua decisione. 
Bellissimo l'incipit di John Donne "E allora, non chiedere mai per chi suoni la campana. Essa suona per te". Ogni uomo vive in simbiosi con gli altri. E la guerra, a prescindere dalla parte in cui si é deciso di stare, toglie la vita e non da nulla in cambio, privandoci del prossimo.

GIulio Regeni? Amen...