mercoledì 18 gennaio 2017

L'avventuriera di Montecarlo

Diviso in quattro sezioni: Feuilleton, Recensioni, Critica Militante, Teoria del Cinema. Questo piccolo ma prezioso libro si occupa di cinema.
Uscito nel 2015, raccoglie le recensioni scritte, dal 1919 al 1935, da Joseph Roth, per vari giornali e riviste e ci raccontano la storia di questo periodo a cavallo tra le due guerre e una Germania ed un'Austria in preda alle scosse che le porteranno al dominio nazista.
Riscopriamo insieme il cinema muto, l'accompagnamento musicale, la trasformazione che si attuava nei cinema e anche oltre, quando andava in scena un film.. con adattamenti del palco, delle luci, degli ingressi, delle persone vestite in tema e così via...
Un mondo del cinema a noi sconosciuto.
Parla poi di divismo e della capacità del cinema di condizionare la vita quotidiana di tanta gente semplice; di apparenze e del loro prevalere sul vero; di ombre (cioè l'essere preda del cinema e del sacrificare la propria vita reale per apparire nell'immaginario collettivo). Assistiamo in prima persona al mutamento del mondo cinematografico con l'apparire del sonoro.
Per gli appassionati di cinema, per quelli di storia, per quelli di costume, per chi ama conoscere e capire il nostro recente passato.
Se l'800 è stato il secolo dei libri, il '900 è stato senz'altro il secolo del cinema. Questo testo ne è testimonianza.

L'uomo romano