mercoledì 20 luglio 2016

Gavonata

Una scoperta inaspettata: Gavonata. Una piccola chiesetta in mezzo alla campagna, sopra un poggio, elevato di pochi metri rispetto alla piana coltivata. Siamo sulla SP30 in direzione di Acqui Terme... Un caldo esponenziale, cicale agitatissime, cielo terso.
Gavonata, frazione di Cassine. Ne trovo poche notizie, però possiede una pagina Facebook QUI che di questi tempi non è male...
Che dire di questo gioiello. La presenza barocca sul rosso mattone della facciata è evidente. Anche l'ingresso è lì ad evidenziarlo. Quando arriviamo è in corso una affollata funzione religiosa, a ricordo di un defunto geometra... Che pace, che profumi, che colori... Trovo un riferimento in rete "Gavonata - Fontaniale" quindi trovo che siamo di fronte alla "Chiesa di Santa Maria di Fontaniale", così denominata perché vicina ad un'antica fonte. Nel 1030 questi terreni vennero donati ai Benedettini. Vari passaggi di proprietà sino a giungere nel 1592 alla Congregazione degli Oblati di Sant'Ambrogio di Milano.
Una serie di lavori la ampliarono, di tali interventi vi sono testimonianze scritte ed evidenze architettoniche. All'interno venne posata una statua della Madonna in legno policromo, ritenuta miracolosa, per questo motivo la chiesa assunse il titolo di Beata Vergine dei Miracoli.
 Bellissimo putto, sulla scala che conduce alla chiesa.
L'attuale edificio posto presso un complesso di antichi cascinali si presenta più che abbandonata, sopita. Le coltivazioni circostanti, gli alberi, i fiori, complice il gran caldo, appaiono prostrati ai piedi dell'edificio... Anche l'abbandono ha un suo fascino.

Insospettabili sospetti