martedì 16 settembre 2008

Paesaggi Alpini

Uno degli aspetti caratteristici dei villaggi di montagna é la presenza di numerose fontane, spesso posizionate al centro delle piazze. Fino a qualche generazione fa, infatti, erano il luogo dove le donne facevano il bucato, dove si portavano gli animali ad abbeverare e, prima che le case fossero dotate di acqua corrente, dove gli abitanti si rifornivano di acqua.
Perciò le fontane erano il lugo d'incontro privilegiato dove soddisfare curiosità e pettegolezzi, vero motore della società alpina.
Qui gli abitanti si scambiavano le ultime novità mentre svolgevano le attività quotidiane.
Ecco perché era importante la loro collocazione e la collocazione degli affacci delle case, da cui poter osservare chi andava e veniva, decidendo se rendersi visibili o no.
Era necessario poter scegliere il momento opportuno per andare in piazza e associarsi alle persone riunite intorno alla fontana, oppure rinviare.
Oggi le fontane hanno perso la loro funzione originaria e sono rimaste solo un luogo di sollievo per i viandanti assetati e per il gioco dei bambini. Non di meno la loro posizione ne rivela l'antica centralità all'osservatore attento.

Fonte: "il territorio culturale dell'Engadina e della Bregaglia" Edizioni Valentina - Chasper Pult.

La città nella storia