giovedì 18 settembre 2008

Gli spaventapasseri

Cosa sono gli spaventapasseri? Grotteschi simulacri della figura umana, non solo sinistri guardiani delle coltivazioni, ma anche espressioni dell'inconscio collettivo, immortalate da film dell'orrore, fiabe gotiche, storie fantastiche: non a caso fra gli accompagnatori della piccola Doroty nel Mago di Oz c'é appunto , uno spaventapasseri.
E una sorta di spaventapasseri - un rivestimento di paglia degli alberi da frutta, usato d'inverno nelle campagne polacche - anche lo Chochol, la macabra apparizione che guida il corteo dei defunti nelle nozze di Wyspianski.
Celebrati da poeti e artisti, questi enigmatici residui della civiltà contadina non godono a quanto pare di analoga considerazione su quello che dovrebbe essere il terreno di applicazione delle loro silenziose virtù, ovvero i campi che erano destinati a presidiare: difficile che gli agricoltori di oggi si mettano a disporre sgraziati pupazzi a difesa delle loro piante, preferendo ormai sostituirli con ogni sorta di moderni ritrovati, compresi gli orribili congegni che producono botti simili a spari.
Nè risulta che antropologhi e studiosi del folklore li abbiano posti al centro di ponderosi saggi.
Cosa é uno spaventapasseri: la testimonianza di un tempo che non c'é più.

Liberamente tratto e reinterpretato da "Spaventapasseri in convention" di Renato Palazzi.

GIulio Regeni? Amen...