sabato 1 ottobre 2016

Captain American - Civil War

La premessa d'obbligo è che, se si parlasse di cucina, questo film sarebbe identificabile da Bruno Barbieri come un "mappazzone"...
Intanto se, non si sono viste le precedenti puntate (o episodi, chiamateli come vi pare) non ci si capisce una cippa.
Poi perché effettivamente in questo film, scusatemi fedelissimi degli Avengers e della Marvel, non ci si capisce realmente non una ma due cippe.
Ma proviamo a raccontarne la trama, anche facendo (necessariamente) spoiler.
A seguito di uno scontro con i soliti malvagi, alcuni degli Avengers fanno un danno collaterale e ci scappa il morto (anzi i morti).
L'ONU e tutte le Nazioni del Mondo (almeno quello civile, democratico, buono, ovviamente nord-americano, eccetera eccetera) ritengono che sia venuto il momento di frenare i troppo aitanti eroi, imponendo la firma di un contratto di lavoro.
D'ora innanzi interverranno solo quando lo deciderà il Consiglio di Sicurezza. Tutto ciò per limitare i danni.
Alcuni degli Avengers passano sotto contratto, altri no.
Come dice Ezia, il film è basato su una rivendicazione sindacale.
Mancando però ancora un Landini dei supereroi, diventa difficile incanalare la protesta ad un tavolo con il Ministro Poletti e quindi si spacca il gruppo.
Al di là delle solite accuse (crumiri, fascisti, paraculi eccetera) i dissidi sembrano restare nel solco della normale dialettica.
Senonché, mentre l'ONU sta ratificando il nuovo protocollo, scoppia una bomba e del reato viene accusato Bucky Barnes (già noto come il soldato d'inverno, perché indossa cappotti anche in piena estate)... è il parapiglia, il tutti contro tutti... e non solo.
Entrano in gioco due nuovi supereroi: l'uomo ragno (qui pescato da Tony Stark) e Black Panther (ul bel negret fiol dul re sciupà)....
Sempre più complicata, la vicenda volge al termine. Prima grande scontro tra i due gruppi, poi riunione contro un nuovo nemico... finale buonista in cui, come preannunciato non si capisce nulla... in compenso tra i titoli di coda si annidano due filmati.
A pensarci bene potevano passare solo quelli ed evitarci tutto il film.

L'uomo romano