venerdì 21 giugno 2013

L'uomo d'acciaio - il film

Ed eccoci qui a raccontare un filmone rumoroso e veloce, ma al tempo stesso con un impegnativo compito: essere il remake del remake del remake del personaggio dei fumetti più famoso al mondo, Superman.
Dove il film riesce e dove fallisce miseramente?
Riesce quando affronta il passato e la nascita del supereroe. I suoi dilemmi, la vicinanza del padre reale e di quello che si è preso cura di lui sulla Terra.
Piace insomma il Superman umano, la sua difficoltà a dominarsi ed a capire la sua strada.

Fallisce nonostante il gran dispendio di effetti speciali (e forse a causa di essi) quando con combattimenti e distruzioni che fatichiamo a comprendere, vuole giustificare ed esaltare l'eterna lotta tra il bene ed il male.
Ma la domanda qui sorge spontanea: il male da che parte sta? Il comandante Zod, un Carmelo Bene in abito scuro, non vuole far altro che salvare la sua razza, e quindi?


E che dire degli effetti speciali? Ben fatti certamente, ma nell'immaginifico Superman può fare qualsiasi cosa e quindi è difficile superare la fantasia. Forse qualche minuto di film in meno non avrebbe guastato.
P.S. ma non vi pare che Superman - Kar El non assomigli a Roberto Bolle ?

Peter Camenzind