lunedì 25 agosto 2008

Lo sciupio dei Superpoteri

Dopo l'annuncio da parte del Ministro Maroni, in merito ai superpoteri attribuiti ai Sindaci, mi aspettavo un Italia più pulita, più ordinata, le bandiere alle finestre, i ladri in prigione, le gonne lunghe mai sopra il ginocchio, un aumento delle vocazioni per preti e suore e via di questo passo.
Quale abbaglio!!! Evidentemente male informati i Sindaci (certamente in assoluta buona fede) si sono lanciati in uno sbrodolio di atti e provvedimenti degni di una repubblica delle banane o giù di lì.
Eccone alcuni esempi:

E' vietato sdraiarsi ai giardini pubblici !
E' vietato calpestare l'erba !
E' vietato sedersi su panchine ove potrebbero sedersi gli anziani !
E' vietato rovistare nei rifiuti se si ha fame (spero non sia vietato morire di fame...)!
Sono vietati assembramenti superiori a 3 persone .... (mi ricorda il famoso ventennio).
Potrei continuare ancora a lungo con le fantastiche trovate... ma la morale di tutta questa vicenda quale é? Prima di dare un potere, forse (e dico forse) bisognerebbe spiegare ai nostri primi cittadini, i limiti del loro potere, i limiti della decenza, i limiti oltre i quali si passa per imbecilli.
Non esistono leggi che rendono educate le persone, figuriamoci se esistono leggi che rendono intelligenti.

I Simpson e la filosofia