mercoledì 20 agosto 2008

Le grida manzoniane

Ci risiamo!
Il Governo minaccia un giro di vite (l'ennesimo) sulla patente a punti, sulle infrazioni del Codice della Strada e quant'altro per cercare di limitare gli incidenti stradali e quant'altro.
Quando arrivò la patente a punti vi fu una evidente diminuzione degli incidenti, ma anche un aumento degli spropositi, ricordate? giovane patentato colleziona 150 punti di sanzione in un ora, pazzo al volante, - 350 punti eccetera.
Si videro i vigili di molti Comuni multare persino i cani in strada perché privi di casco.
A distanza di tempo, tutto é tornato come prima: stesso lassismo, salvo casi isolati: ovvero la multa la si prende se si é sfigati, se l'agente quella mattina si é svegliato di malumore e (caso a parte) se c'è l'autovelox, che peraltro serve ai Comuni per fare cassa e non insegnano nulla agli automobilisti.
E allora che fare? Invece di chiedere maggiori controlli e maggiore rigore si gioca la carta dell'annuncio, della minaccia, del "mò faccio uno sfracello".
Ma quando imparerete che serve più serietà e soprattutto che una volta fatta la legge occorre che qualcuno la applichi?

La città nella storia