martedì 19 agosto 2008

Cucciola e Kappler – La Quinta

Kappler aveva il brutto vizio di andare in moto. Brutto perché procedeva sempre ad altissima velocità e regolarmente incappava in incidenti anche particolarmente brutti.

Uno in particolare è rimasto a memoria: Quella volta che passando in modo spericolato in pieno centro paese si schiantò in terra e mentre la moto andava a fuoco, lui, ripresosi, si dirigeva al vicino bar, dove senza dar segno alcuno dello scampato pericolo si metteva a bere.

Dopo alcuni minuti arrivano i vigili del fuoco che spento l’incendio si danno intorno per capire dove sia finito il malcapitato motociclista.

E Kappler? Neanche una piega! In mezzo ai curiosi a commentare: “ma chi sarà stai cul tarluc?”.

La città nella storia