martedì 21 marzo 2017

La grande scommessa

 
La grande scommessa, o "il grande scoperto" in inglese, è un film incentrato sulla bolla immobiliare americana, sul suo crollo e di come gli States abbiano letteralmente demolito l'economia mondiale.
Lo fa ovviamente dal punto di vista "eretico" di tre diversi personaggi, che resisi conto delle storture del sistema, decidono di indagarlo e di puntare contro di esso; mettendo cioè soldi a favore di fondi capaci di guadagnare in caso di crollo economico.
Quale sapore dolce amaro, nell'aver ragione! 8 milioni di persone senza lavoro, 6 milioni senza casa (magari gli stessi, magari no), chiusura di banche, negozi, intere città fallite.
Anche da lì parte l'attuale vittoria del buon Trump (e mi viene da dire, quale rimedio hanno inventato gli americani)...
Interessante come siano profetiche, le parole finali di Steve Eisman (interpretato da Steve Carell): se la prenderanno con gli immigrati, con i poveri, ed a pagare sarà il contribuente americano, certo non le banche.
Ripensando alla recente lettura di "Acrescita" mi viene da pensare che non solo è tutto vero, ma che l'economia mondiale si basi sul nulla... anzi peggio, sulla speranza che se il mercato cresce guadagno io e se va male perdi tu.... tipicamente americano.


Insospettabili sospetti