giovedì 24 novembre 2016

Appunti per una storia di guerra

Dopo aver letto LMVDM eccomi a questo fumetto, che lo precede e che ha reso celebre Gipi, in arte Gianni Pacinotti.
Cosa caratterizza quest'opera? La trama certamente: tre ragazzi che, sono costretti loro malgrado a crescere, diventare grandi e commettere ogni genere di orrore... ma senza farci tanto caso...

La grafia, sempre eccellente e particolare. il disegno, che usa la tecnica a olio per gli sfondi... una fatica incredibile e lunghissima... per rendere gli scenari unici... quasi un lusso.
Perché Lusso è fare qualcosa che nessuno ti ha chiesto... magari nemmeno tu. Solo per te stesso.. solo per soddisfazione... solo per una sfida senza vincitori e senza premi.. lusso estremo.
Mai banale, anche quando ciò che accade potrebbe apparire scontato... ogni tavola è un condensato di emozioni, eventi, pensieri, desideri.
Finalmente il fumetto è uscito dalla nicchia, in cui era stato recluso per molto tempo, diventando a tutti gli effetti (e riconosciuto come tale) come forma d'arte, con pari dignità con romanzi, storie, pittura, scultura, cinema teatro e poesia... Di questo mutamento, Gipi deve essersi reso conto, sia per ciò che lui fa, sia per i riconoscimenti ricevuti.
Gli sfondi, dicevo, i cieli, i paesaggi... linee essenziali ma pregne di significato... l'essenziale che coinvolge, che da senso alle storie, che le esalta e le fa risaltare... arte!
Quest'opera mi ha fatto apprezzare questa matita... da seguire e apprezzare.
 
GIPI su Facebook

Insospettabili sospetti