martedì 22 novembre 2016

i restanti milletrecentosessanta...

Tutti i media internazionali (e quelli americani in particolare) sono in attesa della presentazione del programma dei primi 100 giorni della presidenza Trump.
Mentre si susseguono gli incontri in uno dei vari centri del nuovo potere (golf club, Trump tower, sauna beach eccetera eccetera) per trovare le persone giuste da mettere nei posti chiave, qualcosa comincia a trapelare:
Muro si, forse no, più alto, più basso, più corto, più lungo...
Clandestini tutti in galera, no solo il 50%, no solo quelli con i baffi, no anzi quelli calvi...
Accordi per l'ambiente da buttare a mare (tanto poi si alza per merito del riscaldamento globale), ritorno al carbone, anzi no riscaldamento con la merda secca di capra...
Accordi commerciali cancellati, dazi alla Cina (seeee... la voglio vedere questa), pagamento della presenza USA nella Nato a carico degli alleati... e così via.
Quello che vedo di sicuro è che questo furbo, che è stato capace di acchiappare i malumori americani, si sta circondando di razzisti, nazisti, lobbisti e sessisti che non lasciano ben sperare...
Se gli USA fossero il Perù, potrei dispiacermi per i suoi abitanti... ma devo ammettere che il dispiacere è per il mondo intero... E non sono i primi cento giorni a preoccuparmi... sono i restanti mille trecentosessanta che mi spaventano... ma tanto.

i Templari