giovedì 19 maggio 2016

Marco Giacinto Pannella

E' morto un politico. Uno vero. Un rompicoglioni di quelli che non se ne vedono spesso sulla faccia della Terra. Uno di quelli che ne basta uno ogni secolo, e mica esagerare sennò scoppia una guerra.
Marco Pannella ci ha lasciati.
Una vita la sua, contro.
Con la fondazione del Partito Radicale, per l'aborto, per le droghe libere, per il divorzio, per l'eutanasia, contro la pena di morte, per la procreazione assistita, per la giustizia (caso Tortora), contro la Fame nel Mondo, per il diritto alla conoscenza.
Ha fatto eleggere in parlamento Leonardo Sciascia, Toni Negri, Enzo Tortora, Ilona Staller, Domenico Modugno...
I suo digiuni kilometrici a suon di cappuccini, gli scioperi della fame e della sete. I suoi interventi televisivi che lo Sgarbi ci fa un baffo...
Insomma, non ci si è annoiati grazie a lui. Anzi.
Uno che per raggiungere l'obbiettivo ha sfasciato tutto, partiti, liste, amicizie, alleanze...
Inutile girare in giro... Uno così ha cambiato la nostra società. Riposa Marco (Giacinto) ovunque tu sia.
 

Insospettabili sospetti