venerdì 27 maggio 2016

Attacco al Potere 2

Rispetto al primo episodio, di cui ho già narrato QUI l'odierno episodio è girato pressoché in esterni ed a Londra... Anche questa volta i terroristi fanno le cose in grande ed a differenza della volta scorsa si tratta di una vendetta.
Ma andiamo per gradi:
Noto trafficante di armi packistano viene attaccato da droni americani durante la festa di matrimonio della figlia... vendetta! tremenda vendetta! Che si manifesta due anni dopo con la morte improvvisa del leader inglese e la necessità di portare a lui l'estremo omaggio da parte dei grandi della Terra.
E' una trappola e ne faranno le spese i capi di Stato francese, tedesco, giapponese, italiano (che viene prima fatto vedere in compagnia di una signorina allegra, per la nota fama di puttanieri che ci viene attribuita)...
 
Solo il presidente americano si salva da questo primo feroce assalto, e solo perché è in orario all'appuntamento davanti alla Cattedrale di Westminster e poi perché insieme a lui c'è l'incredibile, incorruttibile, indistruttibile, inalienabile, incancellabile, eccetera guardia del corpo Mike Banning.
Il quale (lui stesso medesimo) è in procinto di diventare padre e sta scrivendo la sua lettera di dimissioni.... ovvio che non ne avrà il tempo e che al termine del film avrà un ripensamento!
Ma veniamo agli episodi salienti del film.
Come nell'episodio precedente, il vero obbiettivo è Morgan Freeman che, nel ruolo del vicepresidente, è oramai talmente calato nella parte da far apparire Mike Buongiorno e Maurizio Costanzo dei novellini... Visto che lui non è catturabile, i perfidi terroristi se la prendono con il Presidente e con tutti coloro che gli stanno intorno... Bombe di qui, esplosioni di là, finti poliziotti, talpe, navi imbottive di tritolo, banditi armati di scimitarra e kalashnikov... insomma, tutto il repertorio dell'immaginario americano viene riproposto al meglio...
Gli americani tuttavia non ci fanno una bella figura... Loro, i gendarmi del Mondo, quando si trovano di fronte il male (da loro stessi generato) devono mentire e dichiarare che "noi/io siamo/sono gli Stati Uniti d'America e vi combatteremo sempre"... dimentichi che Osama Bin Laden era foraggiato dai Sauditi, che erano foraggiati dagli Americani, che lo facevano contro l'Iran e l'Iraq che di terroristi non ne volevano manco sapere... belle le scene dell'abbattimento dell'elicottero. Meno credibile tutto il resto, compresa una Londra vuota manco per i saldi da Harrods... che noia. 
 
 

Morgan