venerdì 1 gennaio 2016

i Libri del 2015


Devo precisare che non è stato un anno di grandissime letture (in termini numerici) causa il concomitante impegno legato al corso di Inglese. Consultando Anobii, sito che consiglio a tutti gli appassionati, riscontro 55 libri, 12.886 pagine... certo molte meno delle 18.000 del 2015... ma non si può arrivare dappertutto e nella vita ho altri impegni che richiedono la mia attenzione. Tuttavia la mia passione può dirsi soddisfatta anche quest'anno.

N. 1 - L'Eternauta
L'avevo letto nella versione economica (quella con La Repubblica per intenderci) stampata in piccolo e con grafia sbavata... ma mi aveva preso tantissimo. Capace di rapirti come un tango argentino, triste, come la storia dei suoi inventori. La fantascienza allo stato puro. Ora, riesco a mettere le mani sulla versione lusso (regalo di compleanno) disegni puliti, nuove vignette, fantastico. Vince a pieni voti il primo posto di quest'anno.
 
N. 2 - Moby Dick
Entriamo nel classico. Signori, questa è leggenda. Chi non conosce il capitano Achab e la sua lotta con la balena bianca? E chi non l'ha mai letto pensandolo un racconto per ragazzi, si ricreda... Letteratura allo stato puro.
 
N. 3 - La Sfida
Norman Mailer scrive uno dei più bei libri di sport di tutti i tempi. E' il 1975, siamo in Zaire e la lotta sul ring è tra Cassius Clay (Muhammad Ali) e il campione del mondo dei pesi massimi George Foreman. La natura, l'ambiente, l'Africa e poi l'intero mondo sportivo trattiene il fiato attendendo l'esito di questo scontro tra titani. Una scrittura trascinante.

N. 4 - Buongiorno Los Angeles
James Frey scrive un racconto plurale. Ogni singolo personaggio insegue un suo personale sogno. Ed ognuno diventa parte di una corrente che trascina gli eventi, plasma la vita di tutti. Geniale l'idea di dedicare ogni capitolo ad una storia e farlo ripetere a cadenza regolare... le vite si mescolano, come nella quotidianità e noi siamo incuriositi di scoprire cosa troveremo girando pagina.. (come ha scritto Francesco Sasso) è uno stile da copione cinematografico..

N. 5 - Una pantera in cantina
Amos Oz centra ancora una volta l'obbiettivo. Siamo a Gerusalemme nel 1947 e di fronte ad un bambino ebreo di dodici anni scorrono gli eventi che porteranno alla nascita dello Stato di Israele.
Paragonato a "I sentieri dei nidi di ragno" questo romanzo è un inno alla fine della innocenza.

N. 6 - Per i sentieri dove cresce l'erba
Knut Hamsun, norvegese, Premio Nobel per la letteratura, collaborazionista con l'occupante nazista, decide di trasformarsi in paria nel momento in cui a guerra finita e quindi senza alcun vantaggio evidente, definisce Hitler un grande statista. E' la sua fine civile.
Questo romanzo ne parla, in modo lieve ma al tempo stesso senza fronzoli.
Al netto della condanna, siamo di fronte ad un grandissimo scrittore.

N. 7 - Lo straniero
Albert Camus scrive questo romanzo nel 1942.
Un uomo di origini francesi commette un omicidio e viene arrestato e condannato a morte. Non si difende non si lamenta, accetta il fato. Perché? La domanda rimane senza risposta... o forse no.

N. 8 - Il nudo e il morto
il più bel romanzo di guerra ambientato durante il secondo conflitto mondiale nel Pacifico. Oltre allo scontro tra Americani e Giapponesi, assistiamo allo scontro tra diversi modi di intendere la guerra e in fondo di intendere la vita. E' ancora Norman Mailer, lo scrittore capace di stupirci. Grandioso.

N. 9 - Cartongesso
Finalmente un italiano, con una storia di casa nostra. Siamo nel Veneto profondo, in piena Tangentopoli e dintorni... Non è un bel quadro quello che ne emerge. Da leggere tutto d'un fiato per la capacità narrativa senza eguali. Francesco Maino ci fa vedere furbizie, falsità e ignobili azioni travestite da risentimento nordista contro lo Stato ladrone... solo per truffare tutto e tutti.

N. 10 - Americana
Semplicemente enciclopedico. Da leggere a spizzichi e bocconi o tutto d'un fiato. E' la guida per capire gli States!!! Da avere assolutamente. Io l'ho letta in formato elettronico. Più facile da trascinarsi in giro...
 

e inoltre
- La Famiglia Karnowsky di I. J. Singer;
- Cosa sognano i lupi - di Yasmina Khadra;
- L'ultima notte del rais - sempre Yasmina Khadra.

2:22 il destino è già scritto