lunedì 22 maggio 2017

Castello di Miradolo

il Castello di Miradolo, presso Pinerolo, nella realtà è una casa con un bellissimo parco (6 ettari circa) immerso quindi nel verde con alle spalle le Alpi del Monviso... Risale probabilmente al XV secolo, di proprietà della Casata dei Massel.... ridisegnato ed ampliato nel 1866 in occasione delle nozze tra la Marchesa Teresa Massel ed il Conte Luigi Cacherano di Bricherasio, riprendendo lo stilema neogotico del periodo.
il figlio della coppia, Emanuele, è uno dei fondatori della FIAT, anche se muore a soli 35 anni. Alla morte della sorella Sofia, il castello passa ad una congregazione religiosa e poi viene abbandonato.
Solo nel 2007, l'immobile viene acquistato da un gruppo di privati che lo riporta alle origini, affidando alla Fondazione Cosso con l'intento di farlo ritornare polo culturale e laboratorio di idee..
il Parco che circonda il Castello ha un estensione tale da consentire un mascheramento dell'edificio e creare un effetto di silenzio e pace, un isolamento piacevole e rilassante e soprattutto permettere, alle specie ivi collocate, di crescere in modo tale da creare un idea romantica dei luoghi.
E' un tipico giardino inglese, dove alle simmetrie, si sostituiscono collocazioni spontanee ed informali di con vegetazione posata rigogliosa ed incolta, piacevole il ruscello che circonda il parco con il suo suono di acque in movimento.
Nel parco si trovano bellissimi esemplari di Ginkgo Biloba, Taxodium, Ippocastano, Tasso, Tiglio, Farnia, Platano, Carpino, Faggio, Acero del Giappone, Liriodendro, Sequoia, Ortensie, Pino Nero, Faggio Rosso oltre ad un bellissimo Bosco di Bambù giganti.






Omicidio all'italiana