domenica 12 ottobre 2014

Percy Jackson - il ladro di fulmini

Con Percy Jackson - il ladro di fulmini, film del 2010, prende il via una nuova saga.
Sull'onda (è il caso di dirlo, essendo Percy il figlio di Poseidone) di Harry Potter, ecco un nuovo eroe per ragazzi e il suo mondo speciale.
Anche in questo caso, mondi paralleli si accompagnano e si parlano, Dei, semidei, umani, convivono senza vedersi e gli ultimi poi, non capiscono nulla di ciò che accade.
Percy, dopo anni vissuti come umano, ignaro delle sue origini, viene improvvisamente messo a parte della sua origine divina.
Accompagnato in un campo - possiamo parlare di autoisolamento? - per semidei, ove unico obbiettivo è allenarsi con spade, elmi e scudi (sigh) contro non si sa bene chi.
Costretto dagli eventi ad uscire dal campo, alla ricerca dei fulmini rubati a Zeus - la cui collera potrebbe causare una guerra tra Dei - affronta una serie di sfide sino a scendere agli inferi, ove un Ade in versione metallaro e accompagnato da una svogliata Persefone lo vuole imprigionare.
Vittima di un cospirazione ai suoi danni - ordita da Luke figlio di Ermes - Percy riuscirà a superare tutte le prove, restituire i fulmini e parlare finalmente con suo padre.
Privo di mordente, con effetti speciali ridotti ai minimi termini, viene da chiedersi se realmente si vuole costruire una saga con questi presupposti. Il secondo episodio mi è parso migliore.

Le grandi battaglie di Napoleone