giovedì 13 febbraio 2014

L'estate degli inganni


Adelchi Battista ci riporta a quell'8 settembre di molti anni or sono.
Una data che segna un profondo cambiamento e che tanti ne porterà negli anni successivi in Italia.
Il periodo che dal 25 Luglio al 12 Settembre,  ci viene descritto in forma romanzata, mettendo in evidenza piccolezze, cattiverie, scatti di orgoglio e totale sciatteria di un reame (quello dei Savoia) e di un Governo  (quello di Badoglio) che ben presto fecero rimpiangere il "crapon" come veniva chiamato Benito Mussolini.
Americani e Inglesi da una parte, Tedeschi dall'altra, finirono per farsi un idea degli italiani che tuttora permane: senza alcun rispetto per la parola data!
Un bel libro, un racconto serrato, un romanzo storico come non se ne leggevano da tempo.
Sarà la mia passione per il periodo narrato, sarà perché la presa diretta degli accadimenti è da giornalismo, ma questo libro merita!. Bravo.

2:22 il destino è già scritto