mercoledì 21 agosto 2013

Le tappe del pensiero sociologico

Posseggo questo libro da oltre 20 anni e di tanto in tanto lo rileggo volentieri.
Benché scritto nel 1965 e aggiornato sino al 1989 (la mia edizione) ha ancora tante cose da dire.
La sociologia, la scienza che studia la realtà sociale in quanto tale, è nata solo due secoli fa, quando la rivoluzione industriale - con l'affermazione della borghesia e l'affacciarsi del proletariato sulla scena della storia - ha creato la necessità di rinnovare le antiche strutture sociali di origine medievale.
Raymond Aron (deceduto nel 1983) ha indagato in molti anni di insegnamento e di ricerca le origini della sociologia moderna.
In questo libro Aron espone il pensiero dei fondatori della sociologia: Montesquieu, Comte, Marx, Tocqueville, Durkeim, Pareto, Weber, attraverso i quali l'autore ci fornisce i termini fondamentali della problematica sociologica, che dibatte oggi l'antitesi tra sociologia storica e sociologia empirica.
Il testo paga il periodo storico legato all'esistenza dell'Unione Sovietica, in una ricerca ed un confronto tra società democratica e società socialista. Prendiamola come un interessante relitto storico.

Insospettabili sospetti