mercoledì 21 agosto 2013

La città e le mura

"La città e le mura" è un libro scritto a più mani e pubblicato nel 1989 da Laterza.
Curatori sono Cesare de Seta e Jacques Le Goff, due nomi che da soli danno l'idea della serietà dell'opera.
Parlare di città e mura è dover necessariamente parlare di una presenza e di una assenza.
La presenza, ove ancora visibile e nello studio storico delle aree urbane, per capirne tutte le implicazioni dal punto di vista sociale, culturale, politico, dell'igiene e della salute, della sicurezza, militare e infine dell'appartenenza ad una comunità.
L'assenza, perché le mura anche quando vengono meno, lasciano memoria, nel creare spazi pubblici per circonvallazioni, nuove costruzioni, ampliamenti più o meno pensati.
Dalla città murata nella Castiglia Medievale, alle città fortificate della Sicilia del 500, Parma e Piacenza, Torino da Castrum a Capitale, le mura inutili di Napoli, le mura di Parigi, ogni tassello di questa storia ci porta a riflettere sulla nascita urbanistica della città e sul senso di inclusione che le mura hanno contribuito a creare.
Bellissimo l'esempio riportato nell'immagine del "Buon Governo" di Lorenzetti: la cinta muraria evidenzia un "dentro" ed un "fuori". Ordine da un lato e servizio alla città dall'altro.
Senza quelle mura tutto ciò non ci sarebbe stato. Chi creda nell'evoluzione urbana come mera casualità di eventi è totalmente fuori strada e questo libro lo dimostra.

GIulio Regeni? Amen...