sabato 1 luglio 2017

Mummie

Dopo quest'ultima tornata elettorale, si sente aria di nuovo a destra e sinistra dell'agone politico...
A sinistra il ritorno del Professore... si Prodi, quello dell'Ulivo, il pluritrombato dai suoi stessi alleati e fedeli, quello dell'IRI per intenderci... per qualcuno "il Mortadella", francamente una stagione politica che definire "loffia" è farci un complimento.
Dall'altra, a Destra, il Cavaliere (ex), il Presidente (ex), il Parlamentare (ex), il condannato e incarcerato (perché i servizi sociali coatti sono l'equivalente del carcere in una società evoluta che non vuole danneggiare l'ego di un nonnino prestato alla politica per salvare i suoi interessi)... si lui, quello della nipote di Mubarak, quello dei cucù alla Merkel... Silvio!
In mezzo, il rottamatore Matteo (Renzi), l'incazzato Matteo (Salvini), l'incazzato uguale Beppe (Grillo) tutti in calo di popolarità e di consensi...
Ora, la Storia (o la storia) è una ruota che gira e ... gira che ti rigira, si ritorna come nel gioco dell'Oca o del Monopoli al punto di partenza...
Che dire? Questa è la novità? Due anziani dannosi come il veleno? Ma basta!!! Metteteci Topo Gigio, Memo Remigi, Mike Bongiorno, Gigi Sabani, Starsky & Hutchison, Gianni e Pinotto, Stanlio & Ollio, basta che non siano di nuovo questi due a fare la differenza... la proposta politica, il nuovo che avanza (come dice Michele Serra)... insomma, se prima non volevamo morire democristiani e poi non volevamo morire berlusconiani, ora non vogliamo morire mummificati... davvero no.

2:22 il destino è già scritto