domenica 18 gennaio 2015

La piscina

Tutto è cominciato con l'abbonamento alla piscina per le ragazze. Collegato alle attività scolastiche c'era anche il nuoto e vista l'utilità di questo sport, anche nella vita di tutti i giorni (vivendo tra due laghi e andando al mare qualche volta), ci è parsa la scelta migliore.
Nuotando io come un mattone (diciamo un forato del 12), mi era parsa una buona occasione per fare pratica e magari sbirciare i corsi di nuoto altrui, ricavandone qualche utile consiglio.
A distanza di anni non ho migliorato granché il mio stile... Tuttavia ho cominciato ad apprezzare il nuoto sia per il vantaggio dato da questo sport nel periodo invernale (cioè quando fuori fa freddo e tu sei al calduccio) sia per la neutralità dell'impatto su muscoli e ossa, già provati da corsa e pesistica.
Si aggiunge così un attività che impegna la respirazione, il coordinamento, tutto il corpo e tutti i muscoli, da farsi magari tra una mezza e una serie di carichi...
Il tutto ovviamente in scioltezza data l'età :)  Senza nulla pretendere di più che lo stare bene. Aggiungo il piacere che da l'acqua (e non per togliersi lo sporco come qualcuno malignamente vorrà aggiungere).


Le grandi battaglie di Napoleone