giovedì 1 gennaio 2015

I FIlm del 2014

Altra passione, dopo la lettura, sono i film; il cinema!
L'anno appena trascorso ha portato numerosi bellissimi eventi, al punto che è difficile tracciare un elenco senza correre il rischio di fare torto a qualcuno. Proviamoci!
 
 
1. The Grey - Lo scontro dell'uomo con la natura selvaggia. Un film profondo e crudo. Finisce male ma ha una potenza evocativa e una poesia uniche per una realizzazione odierna. Liam Neeson fantastico.
 
2. Gravity - Effetti speciali e storia incredibile. Lo spazio da Oscar con il solito Clooney che gigioneggia meno del solito e una bravissima Sandra Bullock, vera protagonista.
 
3. Dracula Untold - Ancora una revisione al nostro succhia sangue. Eccezionale esordio per Luke Evans con una Transilvania medievale e crudele.
 
4. Noha - Il nostro Noé in chiave truculenta e post - industriale. Potente il ruolo di Russel Crowe, un misto tra il Gladiatore e un invasato mistico.
 
5. La leggenda del cacciatore di vampiri - la revisione della storia di Lincoln e della guerra civile americana in chiave horror è geniale.
 
6. Dark Shadows - Un altro Dracula, questa volta divertentissimo con il geniale Tim Burton alla regia e Johnny Deep a mordere i colli ma con tante buone ragioni. Imperdibile.
 
7. Quella casa nel bosco - Merita un posto in classifica per la folle idea di sovvertire tutte le regole dell'horror e delle storie di paura. Grandioso.
 
8. Hansel e Gretel get backed - Le favole come le conoscevamo una volta. Ma molto meglio! Sovversivo.
 
9. Ice soldiers - Una storia che mescola Guerra Fredda, fantascienza, Mito di Edipo, tanto freddo e azione a non finire.
 
10. The Colony - Il Mondo non è più lo stesso, da quando temiamo il grande caldo, per la famosa regola del contrappasso, ci aspettano società del futuro circondate dal gelo. Ottimo.
 
Vanno tuttavia ricordati: Love, La finestra sul cortile, the lone ranger, Into the storm, Ladri di cadaveri, Oblivion, Grand Budapest Hotel, Viva la libertà, Snowpercier, Captain America, John Carter, Star Trek ... e tanti tanti altri.

Giancaro Vitali - Time Out