sabato 3 gennaio 2015

Interstellar - il film

Film di fantascienza del 2014, diretto da Christopher Nolan.
Se dovessi darne un giudizio direi come "2001 Odissea nello Spazio" ma molto meglio.
Le tematiche trattate, i sentimenti che vengono messi a nudo, il terribile dilemma che dalla notte dei tempi ha toccato l'umanità: partire e scoprire il nuovo o restare e godersi quel che si ha di più caro, si ripresenta in tutta la sua attualità. Perché al netto della tecnologia, dei buchi neri, delle contaminazioni temporali e della scienza, l'uomo resta sempre sé stesso; un inguaribile curioso.
La bellezza del film sta nella grana dei filmati, uno sporco seppia, le tempeste di sabbia, la natura oramai distrutta, l'umanità schiantata ma non ancora indomita.
Se l'agricoltura, la prima forma di industrializzazione e sviluppo umano, torna ad essere prevalente sulla scienza, alcuni scienziati e tecnici non rinunciano alla speranza ed affidano al volo nello spazio "ultima frontiera" le loro intenzioni di sopravvivenza.
La visita di nuovi pianeti, la presa d'atto che ovunque nell'Universo, non è possibile deviare il tempo a proprio favore tornando indietro, il viaggio come volontà di non soccombere, e poi i buoni sentimenti, l'amore di un padre per i propri figli...
Tutto questo commuove, incuriosisce, attira, come una epopea di altri tempi, per altri tempi, eppure sempre attuale, sempre moderna. E così sarà sino alla fine dei tempi, finché vi sarà una frontiera da scoprire e un umanità indomita, e un padre che vuole solo il bene per i propri figli.
Voto 10.


Che ci faccio qui?