martedì 5 gennaio 2010

28 giorni dopo - il film

Bello? Bellissimo!
Pauroso? Paurosissimo..
Una Londra completamente abbandonata, lo sconvolgimento del reale e del quotidiano.
Sia per quel che si vede, ma soprattutto per quel che non si vede, che si immagina... e come insegnano i maestri greci del teatro, la paura viene dall'immaginazione e non da quel che ci viene mostrato.
Ancora più spaventoso degli zombies che si aggirano per Londra alla ricerca di persone da uccidere, ancora più spaventoso del virus che in pochi secondi vi trasforma in mostri... ci sono i vivi, che portano avanti i loro trip mentali.
Quindi, la ricerca di un rifugio (e fin qui nulla di male) di cibo (e ci mancherebbe) ma poi anche di potere e donne... Gli elementi per spaventarsi ci sono tutti. Le possibilità che possa accadere? Anche quelle ci sono tutte... la paura dell'appestato é dietro l'angolo..
Buona visione.

GIulio Regeni? Amen...