giovedì 18 settembre 2014

Ferrovie secondarie - il libro

 
Non di sola TAV vive il territorio... Anzi ne fa a meno quando si tratta di vedere il territorio da vicino e conoscerne la realtà e le storie che lo hanno formato.
Un percorso dopo l'altro, conosciamo l'Italia che va piano, che ricca di storia, patrimonio artistico, agricoltura, natura e leggende, va avanti nonostante tutto.
La Vigezzina (che io adoro), la Brescia - Edolo, la Trento - Malè, la Suzzara - Ferrara, la Bologna - Porretta, la Faentina, la Bari - Matera, la Nuoro - Macomer, la Ragusa - Siracusa.
Linee che con la loro non-velocità consentono di chiacchierare con il prossimo, scendere alla stazione successiva, bersi un bicchiere e assaggiare una specialità.
Abbiamo un territorio bellissimo, gente accogliente, opere d'arte che il Mondo ci invidia e un mezzo di spostamento che tutti ci riconoscono sicuro. Cosa stiamo aspettando?
 


L'arte di collezionare mosche