lunedì 29 settembre 2014

Due passi per Besozzo

Mi dirigo una domenica mattina a Besozzo per la mostra sull'energia, organizzata da Agenda 21 Laghi. Lascio l'auto nella piazzetta bassa del paese e mi inerpico sulle scale che conducono al centro storico.
Bellissimo il monumento ai caduti datato 1927 a forma di faro. Svetta sopra l'abitato ed è diventato punto di riferimento e simbolo stesso del Comune.
 Un insegna ci ricorda l'esistenza dell'Osteria del Sass. Strategica la posizione in cima alla scalinata, per gli assetati scalatori..

Bellissimi portoni con relativo bugnato. Si può accedere al Castello Cadario? Ovunque si osservano i segni del passato medioevale.
 All'angolo di un abitazione un minaccioso drago? o è più minacciosa la scritta sottostante?
 Meglio un bacio al lebbroso che la stretta di mano al cretino
il pozzo all'intero del cortile municipale.

Le grandi battaglie di Napoleone