lunedì 16 marzo 2009

il famoso 20%

In un epoca legata all'immagine ed agli spot, poteva il re delle televisioni non trasmigrare in politica un metodo di vendita oramai collaudatissimo?
Ed ecco allora il 20% in più per le case.
A prescindere; in barba a qualsiasi regola, a qualsiasi logica, per tutti.
Ed allora, ecco che il Popolo Bove improvvisamente si sente ricco! Tutti si immedesimano nel capo. Anche io mi sento un pò Silvio, anche io frego il prossimo, le regole, grazie alla leggina fatta su misura! Chissenefrega se il piano regolatore e l'urbanistica (per non parlare del buon senso) dicono che a forza di costruire più che paesi i nostri assomigliano a pollai. Ma vuoi mettere, la soddisfazione? Ce l'ho fatta anche io... E allora vai così con gli spot che ti danno il 20% in più di tutto quello che vuoi, allo stesso prezzo ovvio...
Perché questa oramai é l'Italia: pizza e mandolino, regole per i fessi, deregulation per tutti (ma a fin di bene intendiamoci), impunità per i soliti noti.
Qualcuno mi spieghi perché non devo realizzare un abuso edilizio, sapendo che oramai le regole non esistono più; e come spiegare il rapporto che c'é tra metricubi, abitanti, servizi erogati, spazzatura da allontanare, verde urbano, asili, parcheggi, auto in più, strade sempre più strette per contenerci tutti...
Una pernacchia alla legalità, perché a bananopoli finalmente é tutto ammesso... e che minchia!!!

Monolith