venerdì 21 aprile 2017

Fatherland


Tratto dal romanzo "Fatherland" di Cristopher Menaul (1992), questo film si basa su una distorsione della realtà: e se Hitler avesse vinto la guerra? cosa sarebbe successo?
Siamo nel 1964, alla vigilia dell'incontro tra il Presidente degli Stati Uniti Kennedy ed un anziano Adolf Hitler... ma qualcosa scricchiola... uno ad uno, importanti dirigenti del partito nazista vengono uccisi. Sulla vicenda indaga Xavier March della polizia criminale, quasi subito ostacolato dalla Gestapo. Cosa si nasconde dietro questo mistero? Un terribile segreto: nascondere a tutti i costi la fine fatta fare a 6 milioni di ebrei. Tutti li immaginano trasferiti ad Est, ma la realtà è un'altra.
Mescolando realtà (la soluzione finale) e finzione (la guerra vinta dai nazisti), la narrazione appare credibile, anche se la vicenda risente di alcuni evidenti rallentamenti melensi che non rendono la terribile realtà in ogni aspetto. Prodotto per la televisione.


Referendum? no, grazie.