sabato 11 febbraio 2017

Captain Fantastic

Al di là dei luoghi comuni, della classica diatriba tra massificazione, scuola pubblica, società uniformata, la scelta di girare un film che metta al centro la famiglia e la sua difficoltà nel mettere in pratica una cultura coerente con il mondo d'oggi può apparire un polpettone moralista... ed invece, vuoi anche per il ruolo giocato da Viggo Mortensen, perfettamente a suo agio nei panni del padre - educatore - dittatore, e di una squadra di simpaticissimi ragazzi/e tutto regge bene, regalandoci quasi due ore di divertimento e riflessione.
Ottima la colonna sonora e le singole parti (non si può parlare di un film nella sua interezza, ma di episodi che si susseguono) che vogliono far pensare a quanto costi la coerenza tra l'essere sé stessi e dover convivere con un sistema che aliena e semplifica nel nome dei consumi.
Thoreau, riesce ancora a trovare discepoli nell'America odierna. E questo è un bene.

HhhH