martedì 10 novembre 2009

Stecchiti - Mary Roach

Finito stasera.
Divertente, interessante, curioso.
Mi ha aperto la porta di un mondo sconosciuto.
Ho a che fare con i morti nel soccorso; ma questo si limita al trasportarli all'ospedale o al limite a far loro compagnia in attesa che arrivi il medico e che dica appunto che sono morti....
Cosa succeda dopo qualche tempo ai cadaveri era cosa che avevo immaginato spesso ma mai approfondito. Anche perché nella nostra cattolicissima società l'argomento é tabù e soprattutto é di quelli che si cerca di non conoscere per non porre domande stupide ed ottenere risposte spiacevoli.
E poi anche perché non si sà a chi farle...
Ora, un testo leggero come la nostra anima ma intenso come il nostro corpo. Il risultato: La morte ci fa meno paura... e l'idea di essere dimenticati e non continuare in qualche modo a vivere, sopravvivere a noi stessi si ridimensiona a favore di un nuovo modo di vedere il mondo. 256 pagine. due settimane di lettura sbocconcellata qua e la... mai noioso, zeppo di info e aneddoti .. Buona lettura!

GIulio Regeni? Amen...