martedì 24 novembre 2009

La libertà che in Cina non c'é

La persona in fotografia é Huan Qi.
Ha avuto la malsana idea di cercare di difendere le migliaia di famiglie che nel terremoto del 2008 in Sichuan (Cina) hanno perso i loro figli.
Oltre 5.335 bambini erano morti in quelli che sono stati definiti "edifici di cartone".
Ovviamente questo non é piaciuto al governo centrale cinese, timoroso di essere tirato in causa per la corruzione dei politici e delle imprese di costruzione che hanno evidentemente costruito non regolarmente pagando tangenti.
Quindi dove stà il problema? Tre anni di carcere per Huan Qi per avere illegalmente acquisito segreti di Stato. Quali siano questi segreti ovviamente é un segreto.
Questa é la democrazia in Cina. Quello Stato con tutti noi dovremo e dobbiamo fare i conti tutti i giorni, facendo la spesa, scegliendo i nostri prodotti.... Meditate gente, meditate...

GIulio Regeni? Amen...