mercoledì 11 novembre 2009

L'invasione degli ultracorpi - Jack Finney

Conosciuto in Italia come "Gli invasati" é un film assolutamente da vedere ed un libro assolutamente da leggere. Nel puro spirito di maccartismo che pervade il periodo (siamo nel 1955) in America, questo romanzo mette il lettore di fronte al pericolo comunista: rendere le persone tutte uguali ed insensibili al prossimo ed ai propri bisogni.
Anche se il finale pare essere positivo, fa riflettere l'impossibilità di distinguere gli invasori dalle persone normali (durante il sonno i bacelloni sostituiscono gli umani) se non dalla loro assoluta assenza di emozioni.
La forza psicologica del film sta nel terrore che scaturisce dalla mancanza di punti di riferimento: chi é buono, chi cattivo, chi amico, chi nemico. Questi interrogativi sono veramente tali da rendere questa storia superiore ai tanti film dell'orrore odierni.
Invasion of the Body Snatchers é la trasposizione in film del 1956, é diretto da Don Siegel.
La totale assenza di effetti speciali, il costo contenuto e le atmosfere di paura ne hanno fatto un film di culto.

L'uomo romano