venerdì 6 febbraio 2015

il Mondo a piedi - David Le Breton

Un susseguirsi di impressioni e racconti per raffigurare il cammino.
L'elogio della marcia non è solo descrizione del movimento, ma descrizione delle sensazioni che accompagnano che cammina. E' fatica ma anche gratificazione, è silenzio ma anche pensiero profondo, è odore e anche profumo, è dolore ma anche pace.
Camminare per pochi passi ma  anche per lungo tempo è precario equilibrio del corpo e della mente: un equilibrio che deve essere continuamente conquistato con tutti i sensi, per poter continuare e per potersi ritrovare. Oggi, nella società dei "seduti" lo apprezziamo ancora di più e ne facciamo manifesto di ritorno alle origini... 

L'enigma della bussola