giovedì 15 gennaio 2009

Villari, ovvero il cavallo di Troia a volte si rivolta

Vi ricordate di Villari? E' il parlamentare eletto a Presidente della Commissione di Vigilanza della RAI che ha tenuto banco su tutti i media italiani negli ultimi mesi.
Viene eletto dai Berluscones nonostante lui sia un Veltrones e contro il volere degli stessi Veltrones.
Non si dimette a seguito delle richieste dei Veltrones ( e allontanato dal partito) con il plauso dei Berluscones mettendo in difficoltà i Veltrones.
Poi non si dimette dalle richieste dei Berluscones facendo sganasciare dalle risa i Veltrones.
Ora i Berluscones chiedono di riprenderlo tra i Veltrones e lui sicuramente si dimetterà.
Peccato che i Veltrones dicano: prima dimettiti da presidente della commissione e poi ridiscutiamo la tua riammissione nei Veltrones.
Lui nulla! Non si schioda.
Allora i presidenti di Camera e Senato (entrambi Berluscones) su richiesta di Berluscones e Veltrones chiedono a Villari di farsi da parte oppure verrà defenestrato.
Lui nulla! Non si schioda.
A volte i cavalli di Troia, risultano essere più delle troie che dei cavalli e ce li si ritrova tra i piedi anche quando il loro scopo é finito.
Meditate gente, meditate....

Anabasi