martedì 13 gennaio 2009

La tassa per i maghi

Ogni tanto una buona notizia.
Verrà estesa anche ai cartomanti la tassa per le pubblicazioni pornografiche se questi usano le trasmissioni televisive per sollecitare la credulità popolare e quelli che usano numeri telefonici a pagamento.
All'inizio pensavo di chiedere una tassa per i creduloni, poi mentre scrivevo il pezzo mi sono reso conto che la tassa sulla pornografia ben si applica per questo genere di personaggi.
Difatti é pornografico il fatto che cialtroni nullafacenti vivano alle spalle del prossimo, delle debolezze altrui, dell'ignoranza e della sofferenza.

Referendum? no, grazie.