sabato 24 ottobre 2015

Al Tignolino

No, lo ammetto. Al Tignolino quest'anno non ci avevo pensato.
Avevo pensato al Testa di Menta, al Togano, ma al Tignolino che sta proprio lì in mezzo proprio no!
Poi, guardando su Hikr le varie relazioni che lo riguardavano, dato che si trova in Ossola, mia terra natale e patria delle mie migliori camminate, che infine da quelle parti non ci ero mai andato, mi sono detto "perché no?".
E così è stato. Pur avendo nevicato nei giorni scorsi, e quindi messo in conto qualche fastidio in più, sono partito per la mia ennesima solitaria.
Arrivo tardi, parcheggio molto indietro sulla strada (non conosco le usanze locali e non voglio rischiare multe o fastidi) e quindi sono costretto a recuperare aumentando il passo.. la in fondo il Tignolino mi aspetta.. alle sue spalle il sole comincia a far capolino..
 
Sino alla Costa dei Bagnoli nulla da raccontare. Boschi bellissimi e silenziosi, funghi matti ovunque, nessuno sul percorso. Quasi non fa nemmeno freddo...
Al passo due sorprese: la quota indicata sul segnavia è sbagliata (qualcuno lo ha evidenziato con un pennarello e inizia il tracciato innevato. Complice il lato nord e la recente nevicata mi trovo rallentato da una trentina di centimetri di neve immacolata... poi troverò una traccia che mi permette di non finire fuori tracciato...
 Ecco in lontananza il Togano e il Passo di Basagrana... sino a laggiù testa bassa e gambe in spalla.
Arrivo al Passo e la neve, come di incanto finisce, lasciando il posto ad un paesaggio assolato e tiepido.
Eccola lì la mia meta: il Tignolino... si segue la cresta e si risale la pietraia finale, libera da neve e ghiaccio e con un panorama autunnale fantastico. La felicità è essere esattamente e fare esattamente ciò che avevi desiderato. Sono felice.


Le Catilinarie