venerdì 4 luglio 2014

Ciao Giorgio !

Quelli della mia età, Giorgio Faletti l'avevano conosciuto principalmente al Drive In.
Per molto tempo, il personaggio di Vito Catozzo, la guardia notturna, poliziotto, sformato da una vita disastrata eppure in grado di far sorridere delle sue disgrazie, ci aveva seguito sugli schermi.
Poi, dopo alcuni anni, lo abbiamo ritrovato a Sanremo. Una canzone impegnata "Minchia sig. Tenente" ove la parolaccia serviva a far capire quello che realmente passa nel cervello di uno di quelli della scorta, quando di Mafia si moriva e morivano magistrati e poliziotti al seguito.
Poi ancora la svolta letteraria con il successo dei romanzi gialli.
Non smetteva mai di stupirci, questo piemontese allegro ma riservato.
Un brutto male lo ha rapito al suo pubblico. Ciao Giorgio, grazie!

Susa