sabato 6 luglio 2013

Morte a Firenze - libro


Eccoci alle prese con questo libro, letto in formato ebook.
Si avanza nella schiera dei poliziotti, agenti, investigatori, carabinieri, marescialli, anche il commissario Bordelli.
Ha fatto la seconda guerra mondiale, dalla parte dei partigiani (Battaglione San Marco) ha dovuto sparare ed uccidere, ma senza odio intendiamoci.
E' continuamente preda dei suoi ricordi, della solitudine, delle sigarette, del cibo e del vino.
Mentre agli sbirri americani é dato quale ormai logoro cliché il ricorso ad alcool e droghe, il nostro più nostranamente si rifugia nelle grappe e nelle pappardelle.
Insegue un caso di infanticidio a cura di un gruppo di nostalgici del Duce. E in effetti li individua, ma rimane con un pugno di mosche.
Un buon romanzo, anche se si rischia di cadere in noia tra un sussulto e l'altro. Lunghissima e direi inutile la descrizione dell'alluvione dell'Arno. Per modalità descrittiva mi ricorda Kathy Reichs.


Insospettabili sospetti