sabato 18 luglio 2015

Cima Lago in Valstrona

 La Cima Lago sta lì, proprio in mezzo tra il Capezzone e l'Altenberger (entrambe salite l'anno scorso in un unica memorabile giornata). Giocoforza tornare in Valstrona per completare le salite (oltre al Monte Capio, cima sottovalutata ma piacevole) e la Cima Ronda, che prima o poi riuscirò a salire.
La particolarità sta in quella croce (che non è tale) di colore rosso, che spicca da lontano.
 La vista dalla cima è ovviamente spettacolare, così come la dorsale (percorribile, con qualche precauzione).
Sfrutto una caldissima giornata, alle 5,47 del mattino a Campello Monti ci sono già 17 gradi... e la temperatura, pur mitigata da una lieve brezza, non cede alzandosi di quota, anzi...
 In lontananza i 4.000 del Vallese con nuvoloni di pioggia (che il radar svizzero dice in dissolvimento), inoltre la capra che per 20 minuti buoni mi ha inseguito leccandomi e mordendomi per recuperare il sale del sudore... alla fine l'ho dovuta allontanare in malo modo.
Dalla parte opposta il Capezzone, oggi non ho voglia di rifarlo, complici le zanzare che infastidiscono (ne vedete una in foto alto sx) e il ricordo della cima (tante cacche di capra e pecora, zero erba).
In fine, un bellissimo ricordo del lago del Capezzone. Alla prossima :)

2:22 il destino è già scritto